Activités culturelles

ladri saponette

Chloé, élève de terminale présente le film.

 

——————————————————————————-

 

Io e te    – Niccolò Ammaniti – 2010

 

Il libro racconta la storia di Lorenzo un adolescente di 14 anni che si trova al liceo classico. E’ un ragazzo molto riservato che ha problemi per stringere amicizia con gli altri. A causa di questo sua madre gli fissa un appuntamento con uno psicologo che gli trova un disturbo narcisistico della personalità. Per fare piacere a sua madre , Lorenzo capisce che deve fare creder che fa tutto come gli altri. Ma per lui è molto difficile perché si sente superiore agli altri e non vuole unirsi alla massa. Le uniche persone degne di lui sono sua madre, suo padre e la nonna.

Un giorno, a scuola sente una compagna di classe invitare altri compagni in settimana bianca a Cortina .Fa credere a sua madre che è invitato ma in realtà si nasconde nella cantina di casa sua. Si chiude li per un’ intera settimana con una montagna di cibo ; Dopo qualche ora riceve un’ improvvisa telefonata da parte della sorellastra Olivia. Siccome Olivia ha bisogno di un posto dove    dormire lui le da l’ospitalità  e in cambio lei avrebbe parlato con la madre facendo finta di essere la madre di Alessia ( la ragazza che in teoria l’ha  invitato in settimana bianca) ; Olivia doveva  restare solo una notte e invece si ferma piu giorni perché sta male e non riesce a muoversi. Lorenzo è spaventato e solo dopo un’ora capisce che la sorella non è malata ma ha una crisi d’astinenza da eroina. Presto gli chiede dei sonniferi, cosi lui va a penderli  nella borsa della nonna che si trova in ospedale.

Presi i sonniferi Olivia dorme per giorni interi e alla fine si riprende.

 

All inizio i loro rapporti  erano un po turbolenti ma pian pian si accettano l’un l’altro e scoprono molte cose che avevano in comune. Quando il loro soggiorno in cantina arriva al suo termine i due si salutano e promettono di rimanere in contatto.Olivia promette di disintossicarsi.

Olivia muore il 9 gennaio 2010 per overdose in un bar e Lorenzo si trova nello stesso luogo 10 anni dopo l’episodio  della cantina, davanti al tavolo dove era  sdraiato il corpo di Olivia.

 

Mi è sembrato interessante vedere  come il rapporto in cantina ha permesso a Lorenzo di rinnovare il contatto con gli altri, di socializzarsi, lui un ragazzo timido e sicuro di sè. In realtà è una bella storia d’amore.

 

Amandine, Terminale L